Montmartre 

La collina di Montmartre si trova nella zona nord di Parigi, nel XVIII arrondissement.


Il quartiere  di Montmartre è conosciuto soprattutto per essere stato il centro dei rivoluzionari bohémien nella Belle Epoque, ma la sua storia è molto più antica.

La storia dì Montmartre comincia nel 250 d.c circa, quando San Dionigi fu inviato dal Papa a Lutezia (nome romano di Parigi) per diffondere il Vangelo, ma ai cittadini gallici di Lutezia non piacque affatto e lo decapitarono proprio sulla collina di Montmartre nel punto dove ora sorge la Basilica del Sacro Cuore; la leggenda vuole che San Dionigi si alzò, raccolse la sua testa e percorse a piedi molti kilometri con la testa tra le mani fini a morire dove oggi sorge la basilica di Saint Denis. La collina venne quindi chiamata la collina dei martiri, in francese Mont Martre.


Con la caduta dell’impero romano, i confini di Parigi vennero modificati e Montmartre per molti anni, fino al 1850 circa non fece parte di Parigi. Fu Napoleone III che la introdusse nuovamente nell’area urbana della città perché gli abitanti della collina coltivavano molta uva e quindi producevano molto vino, che Napoleone III voleva tutti i costi tassare. Tutt’ora a Montmartre ci sono le uniche vigne di Parigi.


Come tutti sappiamo tra la fine del 1800 e gli inizi del 1900 la zona di Montmartre divenne teatro di rivoluzione, gli artisti iniziarono a trasferirsi in collina e si creó un quartiere sempre in festa, pieno di divertimento e “peccato”. Aprirono molti bordelli, tra cui il famigerato Moulin Rouge, che, ancora oggi che è diventato un teatro è uno spettacolo per gli occhi.


La collina ha mantenuto le sembianze di un villaggio, vi sono ancora dei mulini a vento risalenti al 1700; oltre alla famosa e imponente basilica del Sacro Cuore si trova di fronte ad essa la chiesa di St Pierre de Montmartre una delle più antiche di Parigi.


La chiesa come la vediamo oggi venne costruita intorno al 1100, ma sorge su una chiesa merovingia del VII secolo che a sua volta sorgeva su un antico tempio gallo-romano, risalente al 100 d.c.

Si possono vedere le due colonne principali all’interno della chiesa che sono originali del VII secolo, e a sinistra dell’ingresso si trova un piccolo cimitero risalente a quell’epoca. La chiesa di St Pierre è un luogo molto poco turistico, frequentato per lo più dagli abitanti del posto, e dai pittori della vicina piazza degli artisti che pregano la loro patrona Notre Dame de Beutè.


Proseguendo per le vie di Montmartre si arriva alla piazza degli artisti, Place du Tertre, luogo molto turistico, dove si concentrano ristoranti e pittori, che vendono le loro opere e ritraggono su commissione.

Ai piedi della collina si trova le Cimetiere de Montmartre, un cimitero antichissimo dove sono sepolti personaggi illustri tra cui Stendhal e Dalida. Ci sono tombe risalenti al 1600, una visita un po’macabra ma è un luogo di culto e di fascino pazzesco.


Dalida la troviamo più volte a Montmartre, la celebre cantante visse gli ultimi anni della sua vita sulla collina, e ancora oggi possiamo vedere la sua casa esattamente come è rimasta da quel tragico 3 maggio 1987, e a pochi passi da essa troviamo una sua statua.


Agli appassionati del cinema ricordo che a Montmartre sono stati girati molti film, tra cui il recente “il favoloso mondo di Amelie”, e sulla collina possiamo visitare il ristorante dove lavorava lei, il bistrot “Les Deux Moulins” o fare un giro sulla famosa giostra dei cavalli.


Si può arrivare a Montmartre con la metropolitana, linea 12 fermate Jules Joffrin o Abesses; linea 6 fermate Pigalle o Anvers. Se non avete voglia di fare la scalinata che porta in cima alla collina vi ricordo che se avete il Paris Visite potete usare quello per prendere la funicolare.


Consiglio Montmartre a qualsiasi tipo di turista, godetevi questo posto unico al mondo, giocate a “perdervi” tra le pittoresche vie, ammirate e godetevi la più romantica vista sulla magnifica Parigi.

Annunci

4 pensieri su “Montmartre ”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...